La Promenade de la Croisette di Cannes, una lunga passeggiata fiancheggiata da palme e pini. Una separazione tanto naturale quanto sofisticata tra la spiaggia e la città. L’origine del nome proviene da una parola provenzale “crouseto” che significa “piccola croce“.

Un’antica torre di guardia, alla fine della strada, ricorda le avventure dei pellegrini che di qui si imbarcavano per le isole dei Monaci di Lérins, attratti dalla loro aurea di santità.

Nel 1853, il comune di Cannes chiede e ottiene la concessione dallo stato della litoranea, la vecchia strada reale allora abbandonata, per costruirci una passeggiata pubblica. Con riluttanza iniziale, i residenti acconsentono alla partecipazione economica per la costruzione di una strada larga 5 metri. Dal ruscello du Foux  fino alla punta Croisette.

Pochi anni dopo la strada di campagna diventa passo carrabile. Una miglioria necessaria allo sviluppo turistico. Scoperta nel 1834 dall’Aristocratico Londinese Lord Brougham, la passeggiata diventa famosa in tutta Londra e ambita dall’aristocrazia di tutto il mondo.

Passeranno pochi anni e, grazie all’influenza di Lord Brougham, la ferrovia arriverà fino a Cannes nel 1866. Fino al 1960, la Croisette conserverà più o meno la stessa configurazione iniziale.

Poi, per espandere la carreggiata al fine di permettere la circolazione su due corsie, preservando le spiagge ed i parchi, sono state create spiagge artificiali che saranno di seguito ingrandite e delle aperture a sbalzo consentiranno la costruzione di una via pedonale e di altre spiagge e ristoranti.

Dove un tempo sorgevano semplici capanne oggi troviamo sontuosi palazzi e lussuose residenze.

Con più di 3 km di lunghezza, la Croisette propone una passeggiata variegata. Grandi alberghi, casinò, negozi di lusso, spiagge di sabbia fine, un roseto, il porto “Canto” e giardini ombreggiati.

Promenade de la Croisette di Cannes