Saint-Tropez

Meta prediletta dal turismo d’élite, Saint-Tropez è famosa per il mare cristallino, per il piccolo golfo, per le calette che offrono pace e tranquillità lontano da occhi indiscreti, ma anche per i locali di tendenza, i ristoranti alla moda e per gli yachts di lusso ormeggiati nel suo porto.

Il programma di eventi che ogni anno la sorridente cittadina della Provenza offre è davvero ricco e prestigioso: qui hanno luogo, ad esempio, l’International Polo Cup, les Voiles de Saint-Tropez e la Rolex Giraglia.

L’animo della città è mondano al cento per cento, ma allo stesso tempo non dimentica le sue origini ed il suo passato da piccolo villaggio provenzale.

Simbolo della Costa Azzurra, Saint-Tropez ha molto da offrire a i turisti che la visitano, sopratutto in estate.

Attività da fare Saint-Tropez

Prenotazione sicura, facile e rapida, prezzi vantaggiosi ed assistenza clienti in italiano.

Cosa vedere a Saint-Tropez

I turisti hanno la possibilità di passeggiare per la città vecchia, rimasta intatta, caratterizzata da tetti di un rosso accesso e da una meravigliosa torre campanaria.

Tutto quello che c’è da vedere, sia artistico che storico, può essere visitato a piedi, la città non è molto grande e può essere esplorata senza una macchina se si ha un po’di tempo a disposizione.

Château de la Moutte a Saint-Tropez

Château de la Moutte a Saint-Tropez

Questo splendido castello fu acquistato nel 1860 da Émile Ollivier (politico, scrittore ed avvocato francese) che fece ampliare la proprietà aggiungendo le due ali attuali, la biblioteca e una grande cucina.

La proprietà è circondata da un parco botanico e si espande in un’area di oltre quaranta ettari fino a raggiungere il mare.

Dal 2007, il comune di Saint-Tropez ne gestisce il mantenimento.

Il sito è aperto al pubblico per le Giornate europee del patrimonio e durante l’estate per i concerti organizzati nel suo parco.

Citadelle a Saint-Tropez

Citadelle a Saint-Tropez

Risalente al XVII secolo ed acquistata dal comune nel 1993, la citadelle è uno dei siti storici e culturali più visitati nel Var.

Questo monumento è composto da un perimetro murario esagonale e da un bastione centrale, al cui interno è ospitato il musée d’histoire maritime.

Elemento di difesa più importante tra Antibes e Tolone, la citadelle è uno dei pochi monumenti di queste dimensioni sulla costa provenzale.

Ai piedi dei bastioni, si può ammirare lo splendido panorama della baia di Saint-Tropez.

Musée de l’historie maritime a Saint-Tropez

Musée de l'historie maritime a Saint-Tropez

Il museo della storia marittima, situato all’interno della citadelle, racconta dei tempi passati quando gli abitanti di Saint-Tropez, chiamati Tropéziens, giravano il mondo.

È molto ben curato e ricco di cartografie, quadri, fotografie, modellini di navi e busti di personaggi importanti.

Il museo si propone di far scoprire ai propri visitatori le attività che hanno occupato per secoli migliaia di marinai della città, come la pesca e la navigazione o carriere più personali come quelle del capitano Annibal Bérard a Zanzibar o il capitano Morello sulle coste indiane.

Le collezioni, acquistate dalla città, prestate o offerte da privati e istituzioni, immergono il visitatore in una storia che ha contribuito e talvolta contribuisce ancora in modo significativo allo sviluppo dell’attuale Saint-Tropez.

Storia della marineria di Saint-Tropez

A partire dalla fine del XV secolo la pesca e la navigazione lungo la costa provenzale e ligure occuparono la maggior parte dei marinai della città.

Ma dalla fine del XVI secolo, marinai più intraprendenti navigarono e commerciarono nel bacino orientale del Mediterraneo prima del secolo successivo, la costa dell’Impero ottomano divenne familiare a molti di loro.

Alla fine del XVIII secolo si spinsero fino alle rive dell’Africa nera, in quel periodo Saint-Tropez beneficia, infatti, dello sviluppo del commercio di Marsiglia.

Ma fu nel diciannovesimo secolo che i marinai navigarono su tutti i mari del mondo, su navi da guerra ma soprattutto su navi commerciali.

La prima metà del XX secolo segnò l’apogeo di queste navigazioni con capitani che comandavano grandi navi sulla rotta per Capo Horn o navi da crociera sulle più prestigiose rotte transatlantiche o dell’Estremo Oriente.

Musée de l’Annonciade a Saint-Tropez

Musée de l'Annonciade a Saint-Tropez

Creato nel 1922, ricorda che la città di Saint-Tropez fu uno dei luoghi più attivi dell’avanguardia pittorica all’inizio del XX secolo, grazie a Paul Signac che, nel 1892, arrivò qui a Saint-Tropez a bordo del suo yacht L’Olympia.

Sedotto dal paese, Signac acquistò una casa, in cui creò il suo studio, La Hune, e invitò molti pittori: Cross, Matisse, Derain, Marquet.

Le collezioni presentate, che vanno dal 1890 al 1950, sono sorprendenti, tanto per la loro qualità quanto per la loro omogeneità.

Vieux port a Saint-Tropez

Vieux port a Saint-Tropez

Il vieux port, con i suoi caffè alla moda, yacht imponenti, boutique di lusso, il mercato del pesce e le gelaterie colorate, rappresenta l’emblema della città di Saint-Tropez, .

Un porto storico, dove un tempo c’erano grandi cantieri navali e dove si commerciavano diversi prodotti come il legno, il vino ed il pesce.

Oggi è diventato un porto turistico, prevalentemente di lusso, dove si incontrano persone di diverso tipo e rango: dal ricco turista al pescatore locale.

Sul molo, vicino al musée de l’Annonciade (museo dell’Annunciazione), si trovano diversi pittori che espongono le loro tele.

Vicino al porto c’è un grande parcheggio dove poter lasciare l’auto per poi proseguire la piacevole passeggiata a piedi, fermandosi in uno dei caratteristici bar ed ordinare il tipico dolce reso famoso da Brigitte Bardot: la Tarte Tropézienne.

Hotel ed altri posti dove soggiornare a Saint-Tropez